Pazzi in corsa per decretare la fine dell’umanità!

Sta succedendo tutto, come avevano previsto.

Big Pharma collabora ufficialmente con l’industria tecnologica per accoppiare “immunizzazione” con la biometria digitale, il che significa che agli esseri umani saranno impiantati microchip, seguiti ed infine controllati attraverso una matrice di identificazione globale.
L’alleanza ID2020, come viene chiamata, è un programma di identità digitale che mira a “sfruttare l’immunizzazione” come mezzo per inserire piccoli microchip nei corpi delle persone. In collaborazione con la Global Alliance for Vaccines and Immunizations, nota anche come GAVI, il governo del Bangladesh e vari altri “partner nel governo, nel mondo accademico e umanitario”, l’Alleanza ID2020 spera di introdurlo per tracciare ogni essere umano che vive sulla Terra.

Simile ai bovini sono contrassegnati con marchi auricolari, questa alleanza vuole che tutti gli esseri umani siano “vaccinati” con dispositivi di tracciamento digitale che creeranno un sistema di monitoraggio per gestire le popolazioni del mondo.
“Stiamo implementando un approccio lungimirante all’identità digitale che consente alle persone di controllare le proprie informazioni personali, pur continuando a costruire sistemi e programmi esistenti”, afferma Anir Chowdhury, consulente politico di a2i, “Accesso alle informazioni del governo del Bangladesh” “.
“Il governo del Bangladesh riconosce che la progettazione di sistemi di identità digitali comporta implicazioni di vasta portata per l’accesso delle persone ai servizi e ai mezzi di sussistenza e siamo ansiosi di promuovere questo approccio”, aggiunge.


I microchip ID2020 vengono anche “vaccinati” nei corpi dei senzatetto ad Austin, in Texas
Mentre i terreni di sperimentazione del programma ID2020 sono principalmente nel Terzo mondo, il gruppo afferma che ora sta anche lavorando con i governi qui negli Stati Uniti per iniziare la microchip delle persone attraverso la vaccinazione.
Ad Austin, in Texas, ad esempio, la popolazione dei senzatetto viene ora sfruttata come una cavia collettiva per il programma di vaccinazione con microchip dell’ID2020, che il gruppo sostiene aiuterà a “potenziare” i senzatetto dando loro presumibilmente il “controllo” dei loro dati personali di identità .
“La città di Austin, ID2020 e molti altri partner stanno collaborando con i senzatetto e i fornitori di servizi che si impegnano con loro per sviluppare una piattaforma di identità digitale abilitata alla blockchain chiamata MyPass per potenziare i senzatetto con i propri dati di identità”, scrive Chris Burt per
BiometricUpdate.com

ID2020 sta anche testando i rifugiati con le sue vaccinazioni di microchip attraverso due programmi pilota inaugurali noti come iRespond ed Everest. Secondo i rapporti, iRespond ha “migliorato la continuità delle cure” per oltre 3.000 rifugiati che ricevono trattamenti farmacologici per malattie croniche. Everest, d’altra parte, “ha aiutato a fornire accesso a sussidi energetici critici e una gamma di servizi aggiuntivi con identità digitali sicure e incentrate sull’utente senza fare affidamento su uno smartphone”, scrive Burt.
Tutto ciò sta innescando il pubblico per un eventuale mandato di vaccinazioni con microchip, che sarà richiesto per ogni individuo al fine di acquistare e vendere beni. Chowdhury ha ammesso apertamente questo affermando che i sistemi di identità digitali saranno necessari per “l’accesso degli individui ai servizi e ai mezzi di sussistenza“.
In altre parole, in correlazione con le più catastrofiche profezie è in atto un sistema di identificazione globale che alla fine sarà richiesto alle persone al fine sopravvivere. Senza questi microchip nei loro corpi, le persone non saranno in grado di lavorare, figuriamoci di mangiare, e tutto accade proprio davanti ai nostri occhi.
Tenete presente che ID2020 fa parte del cosiddetto “REAL ID”, che sarà presto richiesto per coloro che desiderano viaggiare. REAL ID sarà anche usato come metodo backdoor di attuare politiche di vaccinazione obbligatorie per gli adulti.

———————–*———————–

ID2020 Alliance lancia un programma di identificazione digitale con Government of Bangladesh e Gavi, annuncia nuovi partner al summit annuale

(PRNewsfoto/ID2020 Alliance)

19 set 2019, 13:30 ET

NEW YORK , 19 settembre 2019 / PRNewswire / – ID2020 Alliance ospita oggi il suo vertice annuale a New York , dove ha annunciato il lancio di un ambizioso programma di identità digitale con il governo del Bangladesh e Gavi, Vaccine Alliance, come nonché nuovi partner nel governo, nel mondo accademico e nel soccorso umanitario.

ID2020 ha presentato il suo ultimo programma di identità digitale valido in collaborazione con il programma Accesso alle informazioni (a2i) del governo del Bangladesh , la direzione generale dei servizi sanitari (DGHS) e Gavi. Riconoscendo l’opportunità per l’immunizzazione di fungere da piattaforma per l’identità digitale, questo programma sfrutta le vaccinazioni esistenti e le operazioni di registrazione delle nascite per offrire ai neonati un’identità digitale persistente e portatile collegata biometricamente.

“Stiamo implementando un approccio lungimirante all’identità digitale che consente alle persone di controllare le proprie informazioni personali, pur continuando a costruire sistemi e programmi esistenti”, ha affermato Anir Chowdhury , consulente politico di a2i. “Il governo del Bangladesh riconosce che la progettazione di sistemi di identità digitali comporta implicazioni di vasta portata per l’accesso delle persone ai servizi e ai mezzi di sussistenza e siamo ansiosi di aprire la strada a questo approccio”.

Per offrire un’identità digitale persistente dalla nascita, il programma esplorerà e valuterà diverse tecnologie biometriche infantili all’avanguardia, sbloccando un potenziale bene pubblico globale. “L’ottantanove per cento dei bambini e degli adolescenti senza identificazione vive in paesi supportati da Gavi”, ha dichiarato Seth Berkley , CEO di Gavi. “Siamo entusiasti del potenziale impatto di questo programma non solo in Bangladesh , ma come qualcosa che possiamo replicare in tutti i paesi ammissibili a Gavi, fornendo una via percorribile per colmare il divario di identità”.

“L’ID digitale viene definito e implementato oggi e riconosciamo l’importanza di un’azione rapida per colmare il divario di identità”, ha affermato Dakota Gruener , direttore esecutivo di ID2020. “Ora è il momento di impegnarsi coraggiosamente per garantire una risposta rapida e responsabile. Noi e i nostri partner ID2020 Alliance, sia presenti che futuri, ci impegniamo a raccogliere questa sfida”.

Dal vertice dell’anno scorso, ID2020 Alliance ha dato il benvenuto a numerosi nuovi partner dell’Alleanza, tra cui la città di Austin , il CITRIS Policy Lab e Care USA di UC Berkeley.

ID2020 sta collaborando con la città di Austin su MyPass, una piattaforma di identità digitale abilitata alla blockchain per le persone con senzatetto, insieme alla Austin Blockchain Collective, alla Dell Medical School e al National Innovation Service. Il progetto MyPass è finanziato da una sovvenzione della Robert Wood Johnson Foundation. “Stiamo costruendo con – non per – le persone che vivono l’esperienza dei senzatetto e i fornitori di servizi che interagiscono con loro”, ha dichiarato Kerry O’Connor, Chief Innovation Officer della città di Austin . “Stiamo lavorando per autorizzare le persone a possedere i propri dati e ad essere l’unica fonte della propria verità da condividere quando lo ritengono opportuno”.

Al vertice dell’anno scorso, ID2020 ha annunciato i suoi due programmi pilota inaugurali condotti in collaborazione con iRespond ed Everest. Entrambi hanno fatto progressi significativi nell’anno da allora.

Larry Dohrs , vicepresidente di iRespond, Asia-Pacifico , ha osservato che “oltre 3.000 rifugiati in cura per patologie croniche dal Comitato internazionale di salvataggio in Tailandia hanno visto miglioramenti significativi nella continuità delle cure. Non vediamo l’ora di estendere il programma di identità digitale a istruzione e sostentamento servizi e a tutti i residenti nei prossimi mesi “.

Gautam Ramnath , amministratore delegato delle partnership di Everest, ha dichiarato: “Nella prima fase, oltre cinquemila famiglie hanno avuto accesso a sussidi energetici critici e una gamma di servizi aggiuntivi, attraverso identità digitali sicure e incentrate sull’utente. Oltre il 50% dell’Indonesia , ovvero 140 milioni di persone non hanno accesso agli smartphone. Questo progetto pilota dimostra la fattibilità di servizi finanziari mobili innovativi che sono scalabili, sostenibili, sicuri e abbastanza semplici da essere gestiti senza smartphone. ”

Informazioni sull’alleanza ID2020

ID2020 Alliance è un partenariato pubblico-privato innovativo impegnato a migliorare la vita attraverso l’identità digitale. ID2020 sta coordinando i finanziamenti per l’identità e incanalando tali fondi verso progetti ad alto impatto, consentendo a diverse parti interessate – agenzie delle Nazioni Unite, ONG, governi e imprese – di perseguire un approccio coordinato che crei un percorso per un’attuazione efficiente e responsabile su vasta scala. I partner dell’Alleanza includono Accenture, CARE, City of Austin , FHI360, Gavi, Hyperledger, IDEO.org, iRespond, Kiva, Mercy Corps, Microsoft, The Rockefeller Foundation, Simprints, CITRIS Policy Lab di UC Berkeley e il Centro di calcolo internazionale delle Nazioni Unite.

Contatto: Devina Srivastava , press@id2020.org

SOURCE ID2020 Alliance

SE ME L’AVESSERO DETTO ANNI FA GLI AVREI DATO DEI VISIONARI ED INVECE DICIAMOCELO CHIARAMENTE, QUESTI SONO DA INTERNARE!! E ADESSO PROVATE A DIRE CHE SONO BUFALE PERFINO QUANDO LE COSE ESISTONO E SONO DI DOMINIO PUBBLICO.

E CHI CE LO DICE CHE ASPETTINO IL NOSTRO CONSENSO? QUANDO SI DISSOLVONO NELL’ORGANISMO LASCIANDO UNA TRACCIA A LORO UTILE? SPERIAMO CHE I RICERCATORI SANI DI MENTE CI PRESERVINO PER SAPERE SE SIAMO STATI VIOLATI.

IO SONO UNA PERSONA, NON UNA BESTIA DA LABORATORIO, MI AUGURO CHE SI FACCIANO LEGGI MARZIALI CONTRO CHI COMMETTE TALI ABUSI!!! STANNO DECRETANDO LA FINE DELLA SPECIE UMANA ECCO PERCHE’ CI VUOLE ALLA GUIDA DEI GOVERNI GENTE SANA DI MENTE NON CORRUTTIBILE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code