CASHBACK: SPENDERE DI PIU’ PER RISPARMIARE MENO

Trashback
L’ENNESIMA TRAPPOLA PER ELIMINARE IL CONTANTE
IL SISTEMA PER RIFONDERE I RICCHI E LE BANCHE
SU CORRETE A FARVI FREGARE!
NESSUNO VI REGALA NIENTE, SEMMAI VI ACCALAPPIANO CON I GIOCHI DI PAROLE, CON GLI “EFFETTI SPECIALI ” PERCHE’ SANNO QUANTO SIETE INCAPACI DI APPROFONDIRE.
PEGGIO DELL’APP IMMUNI..
SE CONTINUATE A NON RAGIONARE CON UN CLIK POTRANNO SPEGNERE LE VOSTRE SICUREZZE.
SONO AMMESSI i dispositivi fisici di accettazione, come i POS, cioè quelli forniti da Acquirer Convenzionati che ti permettano di partecipare all’iniziativa. Per questo, prima di eseguire un pagamento verso artigiani e i professionisti, verifica con loro se i sistemi di incasso utilizzati consentano la partecipazione al Cashback… capito??
Le spese mediche già le recuperi nella dichiarazione dei redditi
SU DAI FREGARE COSI LE PERSONE PER CONTARGLI I SOLDI  E SE PER ESEMPIO COMPRATE  QUALCOSA DI UTILE’ E NON RIUSCITE A PAGARE QUALCOS’ALTRO? COSA DIRANNO CHE POTEVATE FARE A MENO DI TUTTO?
LA VOSTRA VITA IN MANO ALLO STATO, CHE NON E’ STATO MAI VOSTRO  AMICO? SVEGLIATEVI!
MOLTI DEBITORI SONO STATI ROVINATI DALLA BUROCRAZIA, CIOE’ DALLO STATO.
E ATTENZIONE ALLE SPESE NON AMMESSE 
Esclusi tutti i casi di acquisti online. Quindi, nessun acquisto e-commerce e sui portali online prevede il rimborso. Escluse le operazioni agli sportelli bancomat. Non ammessi gli acquisti non privati, ovvero interessati alla nostra attività di lavoro. Infine, escluse le spese pagate tramite bonifico e quelle relative a pagamenti ricorrenti, con addebito su carta o su conto corrente.
E sono più le cose che vi chiedono che quelle che vi daranno.
Vediamo cosa occorre per il periodo natalizio
SPID o la Carta d’Identità Elettronica (CIE) cosi che si possa essere identificati sull’applicazione IO che andrà scaricata successivamente. Questa è un’app della pubblica amministrazione. E poi: indirizzo email valido, numero di cellulare, carta d’Identità e la tessera sanitaria con codice fiscale. Nient’altro? Praticamente svendiamo i nostri dati più sensibili per un guadagno del 10% sulle nostre spese natalizie. (ma non è un risparmio se dove risparmiereste non ve lo rimborsano)
Che cosa siete pronti a fare per guadagnare 150 euro spendendone 1500? Chi spenderà 100 euro perché di più non ne ha, sappia che ha donato la privacy allo Stato per la bellezza di 10 euro.
OGNI VOLTA CHE ADERITE ALLE NOVITA’ ANCHE PER SOLA CURIOSITA’ VI CANDIDATE AD ESSERE FUTURE PREDE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code