CONTRO IL TERRORISMO PSICOLOGICO


 

LA COSA SCHIFOSA E’ CHE SU FACEBOOK QUESTO VIDEO VIENE BLOCCATO DA UN EMITTENTE CINESE.

NON BASTA AVER DIFFUSO IL CAOS, OSTACOLANO PURE LA CORRETTA INFORMAZIONE?

FUORI DAL NOSTRO PAESE I TRADITORI!!!

 

VOLETE MORIRE?

VI RENDETE CONTO CHE VI HANNO RESO SEMINATORI DI MORTE?

CON QUELLA CARICA BATTERICA SUL NASO E SULLA BOCCA??

CERTO CHE SARETE SEMPRE POSITIVI E SE NON AL VIRUS A MILLE ALTRE COMPLICAZIONI. PERCIO’ CHI VI IMPONE LA MASCHERINA E’ UN DELINQUENTE.

PERICOLOSI PER I VOSTRI PARENTI? SIETE VOI IL VIRUS ALLA RESA DEI CONTI

QUANDO CREDETE CHE INDOSSARE LA MASCHERINA SIA RISPETTO SCIMMIOTTANDO LE MENZOGNE DEL GOVERNO,  UCCIDETE I VOSTRI FIGLI ,GLI ANZIANI E VOI STESSI PER SEMBRARE PERSONE COSCIENZOSE.

VI DIMOSTRATE AL MONDO INTERO COME  UN POPOLO STRATOSFERICAMENTE  IGNORANTE  CHE SEMINA BATTERI A PROFUSIONE E SI AMMALA VOLUTAMENTE.

NON E’ L’ALTRO L’UNTORE,  SEI TU CHE SOTTOSTAI ALL’IMPOSIZIONE ERRATA, SVEGLIATI!!!

Terrorismo psicologico: cos’è?

Una forma di terrorismo è quello che mira ad incutere timore obbligando le persone a cambiare le loro abitudini di vita. Si tratta del terrorismo psicologico, cioè di quel terrorismo che colpisce le persone al fine di destabilizzarle.

Terrorismo psicologico: quando è reato?

Il terrorismo psicologico,  può essere punito in alcuni casi. Il codice penale sanziona la persona che, annunciando disastri o pericoli inesistenti, suscita un inutile allarme presso le autorità. Secondo la Corte di Cassazione, ad esempio, risponde di procurato allarme chi annuncia un inesistente sequestro di persona che provoca l’intervento delle forze dell’ordine.

Il terrorismo psicologico, però, potrebbe integrare anche un altro tipo di reato, del tutto diverso da quello di procurato allarme. Se il terrorista, infatti, riesce ad inculcare nella vittima una paura talmente forte da costringerla a temere per la sua vita, a cambiare le proprie abitudini o comunque a vivere in condizioni per lei deleterie, potrebbe configurarsi tutta un’altra serie di reati.

Ad esempio, il terrorismo psicologico fatto costantemente nei confronti di un individuo potrebbe integrare il delitto di stalking . Si pensi a chi perseguiti una persona cercando di spaventarla in tutti i modi, fornendole informazioni più o meno vere, al solo fine di terrorizzarla.

Un altro reato in cui potrebbe incorrere colui che compie terrorismo psicologico è quello di maltrattamenti : secondo i giudici, la persona che umilia psicologicamente può rispondere del reato di maltrattamenti .

Infine, il timore derivante dal terrorismo psicologico può far scattare in capo al reo il delitto di violenza privata .

La legge punisce con la reclusione fino a quattro anni chi, con violenza o minaccia, costringe altri a fare, tollerare, od omettere qualche cosa.

Qualora le minacce siano continue e si concretino in una prospettazione di avvenimenti catastrofici o, comunque, in grado di mettere a repentaglio la propria o l’altrui incolumità, il terrorismo psicologico potrebbe sfociare, appunto, nel delitto di violenza privata.

Si evince che da quasi un anno sussiste il reato di violenza privata ogni volta che la libertà di qualcuno é stata limitata. Questa libertà può essere intesa sia come libertà di movimento (quindi di potersi spostare a proprio piacimento, , sia come libertà morale o di pensiero (cioè di poter esprimere la propria opinione o il proprio volere).

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code